Cessione del credito pro soluto: cos’è e come richiederla

Cos’è la cessione del credito

Disciplinata del Codice Civile la cessione del credito è l’accordo attraverso il quale un soggetto (cedente) trasferisce ad un altro soggetto professionale, che prende il nome di cessionario, i crediti vantati nei confronti di un debitore.

Il termine cessione è utilizzato generalmente per indicare il trasferimento di diritti di credito e diritti personali di godimento, o di altre posizioni soggettive parziali. Questa può quindi riguardare anche i cosiddetti “acquisti derivativo-costitutivi”, in base ai quali viene trasferita una posizione soggettiva più ristretta.

Di conseguenza, la cessione non corrisponde sempre al trasferimento dei diritti, che generalmente si riferisce ai diritti reali e prevede l’acquisto dell’intera posizione soggettiva che faceva capo al dante causa.

Condizioni della cessione credito

Perché possa avvenire una cessione del credito sono necessarie la titolarità della posizione da cedere e la disponibilità della posizione soggettiva da parte del titolare. Generalmente si considerano “non disponibili” certe situazioni soggettive relative alla persona del titolare (ad esempio i crediti per alimenti) o strettamente connesse a una posizione soggettiva più ampia, come i diritti potestativi.

L’articolo 1260 del c.c. stabilisce la possibilità per il creditore di traferire il credito a titolo oneroso o gratuito, anche senza il consenso del debitore, a condizione che il credito non abbia “carattere strettamente personale”, e che il trasferimento non sia vietato per legge.

Quando la cessione è a titolo oneroso il cedente deve garantire sia l’esistenza che la validità del diritto di credito, mentre per gli accordi a titolo gratuito questi risponde al cessionario solo per evizione.

Differenze tra cessione del credito pro soluto e pro solvendo

Stando a quanto disposto dall’art. 1264 del c.c., il cessionario è tenuto a notificare al debitore ceduto l’avvenuta cessione del credito. In caso di mancata notifica, se il debitore paga quanto dovuto al cedente anziché al cessionario, questi è liberato dall’obbligazione.

La cessione del credito può essere di tipo pro soluto o pro solvendo. In caso di cessione del credito pro soluto, il cedente è obbligato a garantire l’esistenza del credito, ma il rischio di insolvenza è a carico del cessionario. Se invece la cessione è pro solvendo il cedente risponde anche dell’eventuale inadempienza del debitore.

Una giurisprudenza consolidata stabilisce che la qualità della cessione (ossia se questa è pro soluto o pro solvendo) si basa sulla sostanza dell’accordo e non sulla forma. In altre parole non si deve fare riferimento al testo letterale del contratto, ma all’effettivo rapporto che si è instaurato tra le parti.

Factoring ultime notizie

Cessione del credito pro solvendo: in cosa consiste? Cessione del credito: una opportunità di finanziamento Una delle difficoltà che le imprese stanno vivendo riguarda la riscossione dei crediti. Se da un lato molte realtà non riescono a far fronte ai propri debiti, dall’altro c’è chi entra in sofferenza perché vede privarsi della liquidità che gli spetta. Per risolvere questo problema alcune società, chiamate factor, prendono in gestione il credito per portarlo alla solvibilità. L’istituto del...
Infografica sui nuovi regolamenti per il credito dei prestiti inpdap Ecco l'infografica pubblicata nel portale inpdappresiti.it che spiega i nuovi regolamenti per i prestiti inpdap ed i relativi mutui.     Maggiori dettagli sono disponibili qui: http://www.inpdapprestiti.it/infografica-regolamenti-sui-prestiti-e-mutui-ipotecari-edilizi/
Cessione del credito IVA: i casi dell’esenzione Cessione del credito Iva: una distinzione imprescindibile La cessione del credito è un istituto complesso, come forse alcuni di voi già sapranno, e lo è per almeno due ordini di ragioni. La prima è rappresentata dalle varianti esistenti, che sono numerose. La seconda è costituita invece dagli usi possibili, che spesso trascendono l’ambito della gestione del credito (ambito originario) e coinvolgono funzioni importanti come quelle inerenti al fin...
Contratto di cessione del credito Contratto di cessione del credito in garanzia La cessione del quinto è un intervento reso possibile grazie all’introduzione, nel codice civile, degli articoli 1260 e successivi. Un contratto di questo genere prevede la cessione del diritto di credito nei confronti di una figura terza, che si incaricherà di riscuotere il debito oggetto della cessione. Nel contratto di cessione del credito fanno parte i seguenti soggetti: il cedente, ossia ...
Conto Bancario On Line: Pro e contro di Hello Bank Aprire un conto bancario on line oggi è diventata una pratica sempre più diffusa, tuttavia in questo genere di operazione possono esserci dei vantaggi, ma anche degli svantaggi. In particolare ecco l'analisi su un'istituto bancario specializzato in conti bancari online, ossia Hello Bank. Cominciamo con l'analizzare i vantaggi del conto bancario online Hello Bank, e il primo vantaggio che salta subito all'cchio è che per tenere il conto non bis...
Prestiti immediati: tutte le informazioni per richiederli I prestiti immediati rappresentano un’opzione molto vantaggiosa per diversi motivi, il primo dei quali riguarda la possibilità, in alcuni casi, di richiederli senza bisogno di presentare la busta paga. Prestiti veloci: le principali tipologie I prestiti immediati comprendono diverse tipologie di prodotti di accesso al credito. Tra i più importanti è possibile ricordare i prestiti cambializzati. Di cosa si tratta? Di finanziamenti che si basano ...